La cultura come risposta alla violenza

Nella notte tra il 3 e il 4 luglio, il centro “Giorgio Mancini” di Ponticelli è stato danneggiato da ignoti, entrati per rubare attrezzature utilizzate nelle attività con gli oltre 50 minori che lo animano. Telecamere, fotocamere, computer, strumenti musicali, un proiettore, perfino un tavolo da ping pong, sono scomparsi, lasciando un vuoto nell’animo degli operatori e dei ragazzi.