Cosa fare per proiettare un film?

La prima cosa che occorre è la disponibilità della copia e l’autorizzazione da parte dell’avente diritto cioè il produttore e/o la società di produzione oppure il distributore
oppure, in alcuni casi, lo stesso regista.

La liberatoria per la proiezione è sempre necessaria da parte dell’avente diritto anche nel caso in cui il Dvd è stato acquistato presso un rivenditore oppure noleggiato in videoteca.

In secondo luogo e prima della proiezione ci si dovrà rivolgere alla SIAE competente per territorio, per versare la quota di compenso per il diritto d’autore relativo alle musiche presenti nella colonna sonora del film e ottenere il permesso/certificato.Se il film non ha musica nella colonna sonora (ma, per esempio, solo uno speaker) non serve il permesso SIAE (ma solo la liberatoria da parte dell’avente diritto che autorizza il circolo alla proiezione). Questi adempimenti sono necessari anche in caso di proiezioni a titolo gratuito, o di proiezione riservata ai propri soci.

Qual’è la normativa di riferimento?

La principale legge che disciplina il cinema in Italia è il D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 28, e successive modificazioni. Scarica il testo completo oppure l’ art 18 legge cinema che regolamenta le finalità specifiche di un’associazione di cultura cinematografica art 18 legge Cinema 28 del 22 gennaio 2004 – associazioni nazionali e circoli di cultura cinematografica

Altre domande frequenti…

Abbiamo acquistato un film, dobbiamo richiedere una licenza per proiettarlo a un pubblico?

Tutti i luoghi dove avvengono proiezioni davanti a un pubblico devono munirsi della licenza, indipendentemente da chi abbia acquistato il film. Il video acquistato o noleggiato è infatti destinato ad un uso esclusivamente privato e non si può quindi proiettare in pubblico senza l’apposita licenza.

Non siamo aperti al pubblico. L’ingresso nelle nostre strutture è riservato solo ai soci, agli invitati o ai nostri impiegati. Ci dobbiamo comunque munire di una licenza per proiettare film?

La legge sul diritto d’autore stabilisce che qualsiasi luogo al di fuori delle mura domestiche è considerato pubblico.

Siamo una Onlus e proiettiamo film per un pubblico non pagante. Dobbiamo richiedere la licenza?

Sì. La legge sul diritto d’autore impone anche alle organizzazioni non profit di munirsi di licenza.

Abbiamo dato in affitto locali di nostra proprietà. Siamo responsabili per la violazione della legge sul diritto d’autore?

Il proprietario dei locali è perseguibile per concorrenza nel reato.

Mostriamo solo una scena di circa 60 secondi, abbiamo bisogno di una licenza o liberatoria?

Sì. E’ necessario munirsi della licenza anche per proiezioni di brevissima durata.

Non facciamo pagare l’ingresso, dobbiamo comunque richiedere una licenza/liberatoria ?

Sì. La licenza è necessaria indipendentemente dalla presenza o meno di ingresso a pagamento.